Anche per questa 42° edizione la Fiera Agroalimentare Mediterranea, F.A.M., si propone di valorizzare il comparto agricolo e di offrire agli operatori uno strumento di promozione, una efficace vetrina commerciale e una occasione preziosa, per l’agricoltura e la zootecnia siciliana, per confrontarsi con il mercato nazionale ed il mercato estero sui temi della qualità e dell’innovazione, in un ambito fieristico che ha ormai raggiunto una dimensione considerevole in termini di espositori, operatori e visitatori, le cui presenze si registrano in crescita costante da tutte le parti del mondo e, in particolare, dalle Regioni del Nord Africa e dell’Arabia Saudita, oltre che dall’Europa tutta.

Le esposizioni tradizionali della Fiera sono la “Mostra della Zootecnica“, la “Mostra della Meccanizzazione Agricola“, “Le attività al servizio dell’agricoltura e della Zootecnia“, la “Mostra Mercato dell’Agroalimentare” e la “Mostra del Florovivaismo”.

La F.A.M. è organizzata dalla Camera di Commercio di Ragusa, con la collaborazione del Comune di Ragusa e del Consorzio Provinciale Allevatori di Ragusa, e con il contributo dell’Ispettorato Provinciale Agricoltura, dell’IZS Ragusa, della Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Ragusa, della Confederazione Italiana Agricoltori, della Confagricoltura Ragusa, dell’Associazione Provinciale Commercianti Ragusa, della Confindustria Ragusa, della CNA Ragusa e della Confartigianato Ragusa, e si svolge al Foro Boario di C.da Nunziata, a Ragusa, nel sito di proprietà del Comune di Ragusa, durante tre giornate, generalmente dal venerdì alla domenica della 4° o ultima settimana di settembre.
La FAM, giunta alla sua 43° edizione, in realtà vanta una tradizione ben più lunga dell’edizione succitata, infatti alcuni degli appuntamenti programmati all’interno della fiera approdano nel 2016 alla 60° edizione, come nel caso della Mostra della Zootecnia, e alla 57° edizione, come nel caso della Mostra della Meccanizzazione Agricola. A questi ultimi settori, nati con la Fiera e tradizionalmente inseriti nella Fiera Agroalimentare Mediterranea, si sono aggiunti anche il settore espositivo dell’agroalimentare, giunto alla 13° edizione, del florovivaismo, giunto alla 4° edizione, e delle attività al servizio dell’agricoltura e della zootecnia, giunto anch’esso alla 4° edizione, settori che hanno riscontrato un crescente interesse da parte delle imprese non solo della provincia di Ragusa, ma anche delle altre province siciliane e di tutto il Paese.

Negli ultimi anni si è avviato il tema della rivalutazione e della riorganizzazione della manifestazione fieristica, così importante per l’agricoltura e la zootecnia siciliana e non solo, nel più vasto contesto di un nuovo ruolo della nostra Camera di Commercio di Ragusa, nel quadro della crescita dell’economia regionale.
L’idea verso la quale si è proiettata la Camera di Commercio di Ragusa nell’organizzare le ultime edizioni della Fiera, è stata quella di legare la tradizione della realtà agricola e zootecnica della Regione allo sviluppo crescente dell’agroalimentare di qualità, al centro oggi di una parte preponderante del mercato mondiale del consumo, sempre più attento alla qualità, al biologico ed alla tutela della salute e dell’ambiente; ma l’idea, che pur prende le mosse dall’esigenza di privilegiare e, quindi promuovere, le produzioni che sono il frutto delle vocazioni tradizionali di questa Regione, è anche quella di favorire iniziative capaci di canalizzare il valore aggiunto relativo alle produzioni del settore primario verso investimenti mirati alla realizzazione, ristrutturazione e ammodernamento di industrie della lavorazione, di stoccaggio e, soprattutto, di trasformazione. Il tutto nell’ottica di prefigurare una promozione di distretti produttivi in grado di creare veri e propri collegamenti e integrazioni tra tutti i potenziali attori di una vera e propria filiera produttiva, dove interagisce sicuramente il settore primario della nostra economia, ma anche le attività industriali e di servizio. Ma, altresì, nell’ottica di incrementare e migliorare l’offerta turistica della nostra regione.

La nuova sfida che si pone la Camera di Commercio di Ragusa per questa 43° edizione, che prende le mosse anche dalla registrazione di un’attenzione sempre crescente intorno alla Fiera, è quella di cogliere l’opportunità rappresentata dal mercato di libero scambio, che ci vede geograficamente al centro del mercato stesso, nonchè di ampliare le esposizioni allargando la filiera agricola già rappresentata in FAM e di creare appuntamenti tradizionali intorno all’agroalimentare d’eccellenza, con l’organizzazione di eventi di valorizzazione dello stesso.
Al centro di questa sfida c’è certamente per questa nostra Sicilia, collocata all’estremo sud del Paese, il confronto politico sulla rete infrastrutturale. Non solo gli aeroporti, i porti, le strade, la ferrovia, ma anche le reti di comunicazione, la efficienza del sistema sociale di concertazione, e una rinnovata attenzione moderna e funzionale per i momenti fieristici ed espositivi: non più vetrine ancorate alla calendarizzazione della stagionalità, ma occasioni vivaci e dinamiche per creare occasioni di confronto, di crescita, di sinergie internazionali, di efficienza produttiva.

L’idea progettuale futura della F.A.M. è l’ulteriore adeguamento strutturale dell’area fieristica in cui si svolge la F.A.M., al fine di creare un polo fieristico che, oltre ad essere una vetrina di eccellenza dell’agricoltura siciliana, sia anche una struttura polifunzionale al servizio del confronto con le agricolture delle altre Regioni d’Italia e dell’Europa e al servizio della promozione di altri settori economici. Ma anche l’ampliamento della F.A.M. con altri importanti settori dell’agricoltura, quali l’Agriturismo, programmando, inoltre, una sessione primaverile della stessa per il settore dell’avicoltura, per le mostre nazionali delle razze bovine della Charolaise e della Limousine, che potrebbe allocarsi nel territorio di Modica, e una sessione, sempre primaverile, per l’ortofrutta, per il florovivaismo e per le attrezzature da giardino, che potrebbe svolgersi a Vittoria.

Ci vorrà certamente il sostegno e l’entusiasmo delle imprese e degli imprenditori, che si registrano ad ogni edizione in costante crescita con la presenza di espositori provenienti non solo dall’Italia ma anche dall’estero, ma è essenziale un radicale adeguamento degli spazi espositivi tradizionali della F.A.M. un modo innovativo di interpretare la Fiera, come una occasione per infittire e sviluppare i confronti commerciali, tutti obiettivi questi ultimi sui quali sarà possibile sviluppare ancor di più la Fiera Agroalimentare Mediterranea e sui quali vuole puntare questa Camera di Commercio di Ragusa in stretta collaborazione con i territori circostanti di Siracusa, Catania e del resto della Regione.

Comitato di Coordinamento della 43° FAM

Giuseppe Giannone Presidente della Camera di Commercio di Ragusa
Carmelo Arezzo Segretario Generale della Camera di Commercio di Ragusa
Giuseppe Re Componente Consiglio Camerale per i Liberi Professionisti
Stefano Martorana Asse. Risorse Economiche per il Sindaco del Comune di Ragusa
Sebastiana Disca Ass. Sviluppo Economico del Comune di Ragusa
Giuseppe Bufardeci e Salvatore Degno Ufficio Tecnico del Comune di Ragusa
Francesco Tolaro Componente Consiglio Camerale in rappresentanza della CIA
Susanna Salerno e Anna Cilia per il Libero Consorzio di Ragusa
Cap. Umberto Ravallese Comandante Polizia Municipale di Ragusa
Sandro Gambuzza delegato Presidente Provinciale Confagricoltura Ragusa
Francesco Antoci Istituto Zooprofilattico Sperimentale Area di Ragusa
Giovanni Campo Commissario Consorzio Provinciale Allevatori di Ragusa
Carmelo Meli Direttore Associazione Regionale Allevatori di Palermo
Giorgio Blandino Capo Servizi Veterinari USL 7 di Ragusa
Giuseppe Cascone per l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia
Vincenzo Campo rappresentante sezione allevatori Razza Pezzata Rossa
Giovanni Tumino Presidente di Sezione allevatori Razza Frisona
Gianluca Tumino Presidente sezione allevatori Razze Charolaise e Limousine
Carmelo Massari Presidente sezione allevatori Razza Modicana
Rosario Leggio Presidente sezione allevatori specie Asinina
Giovanna Licitra dirigente Area III Sviluppo Imprese della Camera di Commercio con funzioni di Segretario del Comitato e Responsabile della Fiera